cessione del quinto per pensionati

Cessione del quinto − il prestito semplice e accessibile per i pensionati

Cessione del quinto per i pensionati: ecco perché ha successo

Stando agli ultimi dati pubblicati dall’Inps, le pensioni vigenti al primo gennaio 2019 sono quasi 18 milioni. L’età media dei pensionati è di 74 anni e oltre il 60% delle pensioni erogate ha un importo inferiore ai 750 euro. Da questo si comprende che un’ampia fetta della popolazione italiana è pensionata e che una fetta consistente di questo gruppo è costretta a fare affidamento su un assegno mensile ben al di sotto dei 1.000 euro. Essere pensionati significa, allora, non potere fare progetti a medio e lungo termine? Certamente no. Gli anziani, oggigiorno, hanno una vita sociale ancora intensa (forse più di quando lavoravano!), nutrono il desiderio di viaggiare e necessitano dunque di liquidità per mantenere un buon tenore di vita. Ma la sola pensione spesso non basta per realizzare un sogno nel cassetto, per ampliare i propri orizzonti, per dare una mano dal punto di vista finanziario ai propri cari e per trascorrere in modo appagante il meritato periodo di riposo dopo una stressante vita dedicata agli impegni professionali.

In molti casi, il ricorso al credito diviene una necessità, come quando capita di dover affrontare spese improvvise ed imprevedibili. In tutti questi casi, la cessione del quinto per i pensionati rappresenta la soluzione di finanziamento più pratica e conveniente. La cifra ricevuta in prestito sarà, infatti, rimborsata mese per mese attraverso una trattenuta diretta della rata sulla pensione mensile.

Ecco un breve vademecum per comprendere meglio come funziona la cessione del quinto, e per scoprire i numerosi vantaggi di un prestito in cui la rata di rimborso non può superare un quinto dell’importo mensile della pensione netta.

La cessione del quinto con trattenute sulla pensione. Per fare progetti a medio e lungo termine!

La cessione del quinto per i pensionati è una tipologia di finanziamento che permette ai titolari di pensione di accedere al credito con una maggiore celerità e a condizioni molto favorevoli. Il prestito viene rimborsato tramite l’ente che paga la pensione: l’istituto di previdenza sociale che eroga la pensione trattiene direttamente sul cedolino un importo che non può essere superiore al 20% dell’assegno pensionistico mensile. La quota cedibile è calcolata al netto delle trattenute fiscali e previdenziali e, in ogni caso, non può intaccare l’ammontare della pensione minima stabilito dalla legge. Possono accedere a tale tipologia di prestito tutti i titolari di pensione INPS e INPS ex INPDAP: il fatto che le rate siano fisse e costanti per tutta la durata del finanziamento – unito alla circostanza che il prestito sia estinguibile con una trattenuta diretta sul cedolino della pensione – rende questa soluzione di finanziamento comoda e sicura.

La cessione del quinto per i pensionati: il prestito che conviene

La cessione del quinto si rivela sempre conveniente per i pensionati. Innanzitutto si tratta di una soluzione semplice e flessibile. Infatti, non servono garanzie di carattere patrimoniale o immobiliare: in definitiva è la tua pensione l’unica garanzia richiesta. Allo stesso modo, non servono giustificativi di spesa: trattandosi di un prestito non finalizzato, una volta erogato l’importo richiesto, ne potrai disporre in totale autonomia e per qualsiasi esigenza. A titolo d’esempio, la liquidità messa a disposizione potrà essere impiegata per coltivare un hobby, per fare un viaggio, per un acquisto a cui tieni, per offrire un concreto sostegno ai figli o per garantirsi dei trattamenti medici di eccellenza. Questo prestito è sempre sostenibile per i pensionati, anche per quelli che non possiedono altri redditi oltre alla pensione: dato che l’importo del capitale e degli interessi non può mai superare la quinta parte della pensione, quest’ultima non viene erosa dai rimborsi. Vantaggiosa è anche la durata del prestito. La cessione del 20% della pensione ha una durata massima di 10 anni: ciò è sinonimo di un rimborso graduale diluito in 120 rate. La data di nascita non deve essere considerata un fattore di esclusione, visto che l’età massima per richiedere il prestito è di 85 anni a fine finanziamento. Così come non rappresenta un limite l’essere un cattivo pagatore: se sei stato protestato, se non hai pagato una o più rate di un finanziamento o se il pagamento è avvenuto in ritardo, la segnalazione inviata alla Centrale dei Rischi gestita dalla Banca d’Italia non pregiudica in alcun modo l’accesso alla cessione del quinto.

Cessione del quinto per i pensionati: come richiederla?

Richiedere la cessione del quinto della pensione è semplice e veloce: gli unici documenti da tenere a portata di mano sono un documento d’identità in corso di validità, il codice fiscale, il cedolino della pensione e il modello CUD. All’istituto di credito o alla società finanziaria deve essere consegnata anche la comunicazione di cedibilità della pensione: questo documento (che contiene l’indicazione dell’importo massimo della rata) può essere richiesto presso qualsiasi sede INPS. Se la società che eroga il prestito è convenzionata con l’istituto previdenziale, sarà la società stessa ad elaborare la comunicazione. Altrettanto veloce è la procedura di istruttoria che assicura l’erogazione della somma richiesta in tempi rapidi. Una volta ottenuto il prestito, il pensionato non deve preoccuparsi del rimborso delle rate: è l’INPS che provvede a versare la rata trattenendola direttamente dalla pensione.

Cessione del quinto per i pensionati: ecco le soluzioni di finanziamento di Figenpa

I prestiti per i pensionati proposti da Figenpa perseguono un obiettivo ambizioso: farti vivere serenamente la terza età con soluzioni di finanziamento disegnate su misura come se si trattasse di un prodotto sartoriale. In particolare, la cessione del quinto per i pensionati ti mette a disposizione un prestito fino a 75.000 euro, con un piano di rimborso che può arrivare a 120 mesi. Richiedibile da chiunque sia residente in Italia e abbia una pensione, questo prestito non finalizzato prevede un rimborso leggero e un limite d’età elevato. Per avviare la pratica, basta la presentazione del cedolino della pensione. E, per ricevere un preventivo online personalizzato, è sufficiente compilare l’apposito form. Se, poi, desideri individuare il prestito più in linea con le tue esigenze, fissa un appuntamento in filiale per confrontarti con il nostro team, per scoprire le soluzioni pensate ad hoc per i pensionati e per trovare il finanziamento ideale.

I dati relativi alle pensioni vigenti sono messi a disposizione periodicamente dall’INPS che pubblica l’Osservatorio sulle pensioni erogate con le relative statistiche.

Molte informazioni sulla cessione del quinto della pensione sono reperibili nel sito istituzionale dell’INPS nella sezione dedicata alle prestazioni e ai servizi.

Condividi sui social!



Ciao! Possiamo aiutarti?

Compila il form qui sotto e un nostro agente sarà lieto di rispondere a tutte le tue domande!
close-link