pignoramento e cessione del quinto

Cessione del quinto con pignoramento? Con Figenpa è possibile

Oggi vogliamo raccontarti la storia di un nostro cliente a cui per privacy daremo un nome di fantasia e chiameremo Mario.
Mario si è rivolto a Figenpa perché aveva bisogno di un finanziamento per gestire alcune spese improvvise.
Aveva già provato a richiederne uno a diversi istituti di credito che però avevano rifiutato la sua richiesta.
E’ arrivato da noi ormai molto demotivato, quasi senza speranze.
Abbiamo dunque valutato la sua richiesta con grande impegno e scrupolosità.

La situazione di Mario era effettivamente piuttosto spinosa.
Reduce dal fallimento della sua precedente attività, gli era stato notificato un pignoramento molto alto che lo costringeva a vivere in una situazione di estrema difficoltà.
In quel periodo era impiegato in una nota azienda Italiana come camionista, questo lo portava a viaggiare molto e nei mesi in cui effettuava molte trasferte il suo stipendio cresceva, proprio per questo motivo cercava di effettuarne sempre di più, ma più lo stipendio aumentava più cresceva anche la rata del pignoramento, arrivando anche ad essere di oltre 600 euro in alcuni periodi.
Il motivo principale per cui gli istituti di credito continuavano a rifiutare la richiesta di Mario era esattamente questo, la rata del pignoramento che doveva pagare era già oltre il quinto cedibile del suo stipendio, non bastava dunque essere un ottimo pagatore, avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, far parte di uno dei più grossi gruppi di aziende Italiane e percepire un buono stipendio a far si che la sua richiesta di finanziamento fosse accolta.

Inizialmente non è stato facile nemmeno per noi capire l’effettivo problema del cliente, ma visionando diverse buste paga abbiamo notato la rata del pignoramento estremamente variabile, andando a fondo ci siamo resi conto che il pignoramento andava oltre il quinto cedibile perché veniva calcolato sulla base del netto in busta paga, comprensivo di trasferte e straordinari e
il calcolo della rata del pignoramento solitamente non dovrebbe superare il quinto cedibile.

A questo punto, individuato il problema, è arrivata la parte ”difficile” perché la cessione del quinto richiede obbligatoriamente le polizze vita e impiego, quindi una volta compreso il problema avevamo tutte le intenzioni di risolverlo per far si che la pratica del signor Mario potesse andare a buon fine e non dovergli dare una brutta notizia come nelle sue precedenti esperienze.

Ci siamo subito messi in contatto con l’azienda del cliente e abbiamo cercato di spiegare la situazione, così facendo dopo non poche incomprensioni siamo giunti ad un accordo e siamo riusciti ad ottenere una rata fissa per il pignoramento che non andasse oltre il quinto cedibile del cliente e ne eravamo davvero felicissimi.
A questo punto il peggio era passato e mandando all’assicurazione che avrebbe dovuto emettere le polizze tutta la documentazione che attestasse quanto concordato con l’azienda siamo riusciti ad avere la copertura assicurativa e successivamente ad aiutare Mario con una cessione del quinto studiata su misura per le sue esigenze.

Questo è solamente uno dei casi più spinosi che abbiamo affrontato e portato a termine positivamente, grazie al lavoro scrupoloso e al grande impegno.
Se anche tu stai vivendo una situazione particolare e non riesci ad ottenere aiuti da nessuno, chiamaci all’ 800327328 o scrivici in chat, non possiamo prometterti che risolveremo i tuoi problemi, ma ti possiamo garantire che faremo tutto il possibile per aiutarti nella , proprio come abbiamo fatto con Mario.

Condividi sui social!



Ciao! Possiamo aiutarti?

Compila il form qui sotto e un nostro agente sarà lieto di rispondere a tutte le tue domande!
close-link