bonus baby sitter e riapertura centri estivi

Coronavirus: ultime novità, riapertura centri estivi e bonus baby sitting

Con l’ultimo decreto emanato dal governo, dal 3 giugno non ci sono limitazioni riguardanti spostamenti tra Regioni dato che il livello di contagio rimarrà lo stesso di questa settimana, dunque pari tra tutte le zone d’Italia.
Ma oggi vogliamo soffermarci su uno degli aspetti più discussi degli ultimi tempi, i bonus baby sitting e la riapertura dei centri estivi.

Bonus baby sitter e centri estivi

Il bonus per servizi di baby sitting e quello per l’iscrizione ai centri estivi sono rivolti a queste categorie di lavoratori:

  • dipendenti privati
  • lavratori autonomi iscritti all’INPS
  • lavoratori autonomi iscritti alle casse professionali

Da quando è possibile richiederlo e per quanto

Il bonus per baby sitting decorre dal 5 marzo, da quando è stata disposta dal governo la sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e di tutte le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, mentre il bonus centri estivi è richiedibile per il priodo che va dalla fine delle scuole al 31 luglio 2020.

A quanto ammonta

Il limite massimo complessivo per il nucleo familiare di 1.200 euro, da utilizzare per prestazioni di assistenza e sorveglianza dei figli nel periodo di chiusura dei servizi educativi scolastici.

Come si può effettuare la domanda?

La domanda si può effettuare:

  • online
  • tramite contact center al numero 803 164 (grtuito da rete fissa) o a numero 06 164 164 (gratuito da telefono cellulare)
  • tramite gli enti di patronato

Quando riapriranno i centri estivi e con quali modalità?

Asili nidi e centri estivi sono tra quelle categorie che stanno facendo davvero molta fatica a riaprire, la data ufficiale è impostata per il 15 Giugno, le regole che si dovranno seguire per la riapertura sono davvero rigide, vediamole insieme:

Ingressi con certificato medico

C’è innanzitutto da dire che la priorità per l’accesso al centro estivo verrà data alle famiglie che ne hanno maggiore bisogno, quindi quelle in cui lavorano entrambi i genitori o quelle monoparentali o dove ci sono condizioni di fragilità, ad esempio la disabilità di un bambino o di un ragazzo.
In ogni caso il pediatra valuterà attentamente la salute del bambino o del ragazzo e dovrà produrre un certificato medico che attesti la buona salute dello stesso.

Piccoli gruppi

I bambini saranno divisi in piccoli gruppi, non avranno contatti con gli altri gruppi e saranno seguiti sempre dallo stesso operatore.
Questo garantirà il distanziamento sociale ed eviterà, nel caso di un contagio all’interno di un gruppo, che il virus si diffonda.

Sarà obbligatoria la mascherina anche per i bambini?

Gli operatori dei centri estivi e gli accompagnatori avranno sicuramente l’obbligo di tenere la mascherina, per i bambini invece sarà il comitato scientifico che a breve si esprimerà e deciderà da qual fascia d’età saranno obbligatorie.

Saranno predilette attività al’aperto

Sono altamente consigliate le attività all’aperto e tutte le aree frequentate dai bambini e tutte le attrezzature avranno l’obbligo di essere sanificate.

Come richiedere il bonus centri estivi?

Come per il bonus baby sitting, anche il bonus centri estivi può essere richiesto in questi tre modi:

  • Online sul sito dell’INPS
  • tramite contact center al numero 803 164 (grtuito da rete fissa) o a numero 06 164 164 (gratuito da telefono cellulare)
  • tramite gli enti di patronato

 

Condividi sui social!



finanziamenti a distanza