dichiarazione dei redditi

Dichiarazione dei redditi: chi è obbligato a farla? Quali sono le spese deducibili e detraibili?

E’ diritto di ogni contribuente nel momento in cui compila la dichiarazione dei redditi e modello 730 poter portare in detrazione o in deduzione determinate spese ed oneri sostenuti nell’anno precedente in modo da poter diminuire l’importo delle tasse dovute.
Per spiegare meglio, nella dichiarazione dei redditi si possono detrarre tutte quelle spese effettuate sia a nome del contribuente sia per conto di un familiare a carico.

La detrazione del modello unico o 730 è l’agevolazione che consente al contribuente di scaricare le spese sostenute nell’anno precedente a quello della dichiarazione, per poter diminuire l’imposta IRPEF dovuta. In parole semplici, le spese detraibili sono tutte quelle spese che si possono detrarre direttamente dalle imposte da pagare.

L’elenco delle spese deducibili invece riguarda tutte le voci di spesa che possono essere riportate in deduzione dal contribuente nella dichiarazione dei redditi.
Questi oneri deducibili, pere poter essere detratti devono essere riportati nel 730 o modello unico. Vediamo adesso insieme quali sono le categorie di spese che si possono detrarre.

Dichiarazione dei redditi: spese per familiari a carico

Tra le spese deducibili ci sono senza dubbio tutte quelle spese sostenute a nome di familiari a carico come coniuge, figli, nipoti o genitori.
nello specifico le spese che potrai detrarre per ognuno di essi saranno per coniuge non legalmente separato ed effettivamente separato, figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati e altri familiari come coniuge legalmente ed effettivamente separati.

Dichiarazione dei redditi: elenco spese deducibili e detraibili

Elenco spese deducibili ed elenco spese detraibili

  • Spese mediche generiche. Queste spese sono trasmesse direttamente all’Agenzia delle entrate e inserite nel 730 precompilato.
  • oneri contributi previdenziali e assistenziali
  • oneri contributi fondi integrativi servizio sanitario nazionale
  • spese per l’assistenza ai portatori di handicap
  • assegni periodici di mantenimento al coniuge separato o divorziato, ad esclusione degli assegni periodici di mantenimento ai figli
  • beneficenza a favore di istituti religiosi
  • beneficenza a favore di delle organizzazioni non governative
  • beneficenza a favore di onlus o università
  • rendite, vitalizi, assegni alimentari ed altri oneri
  • spese contributi colf e badanti

La dichiarazione dei redditi è obbligatoria per tutti?

Non tutti sanno che esistono delle categorie di contribuenti che sono obbligate a presentare la dichiarazione dei redditi, mentre altre non lo sono, ma per evitare di essere in fallo e dover pagare poi una multa piuttosto salata all’agenzia delle entrate, vediamo insieme chi è obbligato e chi è esente a presentarla.

Chi deve presentare obbligatoriamente presentare la dichiarazione dei redditi?

La dichiarazione dei redditi è obbligatoria quando:

  • Il contribuente è titolare di Partita IVA anche se nell’anno di cui sarà relativa la dichiarazione dei debiti non ha prodotto alcun reddito
  • Il contribuente ha cambiato lavoro nel corso dell’ anno di cui sarà relativa la dichiarazione dei redditi ha cambiato lavoro e per questo ha ricevuto più di una certificazione unica
  • Il contribuente è percettore di indennità pagata dall’INPS per cassa integrazione, mobilità in deroga o ordinaria, disoccupazione NASPI
  • Il contribuente ha percepito redditi di lavoro dipendente e ha usufruito erroneamente di deduzioni e detrazioni non spettanti
  • Il contribuente ha ricevuto retribuzioni da privati non sostituti d’imposta
  • I contribuenti che hanno percepito redditi come guadagni di trading online e redditi di capitale da assogettare ad imposta sostitutiva

Condividi sui social!



Ciao! Possiamo aiutarti?

Compila il form qui sotto e un nostro agente sarà lieto di rispondere a tutte le tue domande!
close-link