Finanziamenti vacanza: le ragioni per scegliere la cessione del quinto

Meglio un prestito vacanza quando il viaggio dei sogni prevede un budget importante

Chi non desidera fare una vacanza per staccare la spina dallo stress della quotidianità e per ricaricare le pile? Spesso questo rappresenta la realizzazione di un sogno a lungo riposto nel cassetto oppure la gratificazione per un traguardo raggiunto. E poi esistono i viaggi intrapresi per arricchire il proprio bagaglio culturale o per conoscere tradizioni e costumi diversi da quelli occidentali. Le voci di spesa da mettere in conto sono davvero molteplici: il volo, i trasferimenti una volta arrivati a destinazione, la sistemazione nelle strutture ricettive, le consumazioni in bar e ristoranti, la visita ai musei e alle principali attrazioni turistiche, l’acquisto di souvenir, l’eventuale partecipazione a corsi ed eventi e il noleggio di attrezzature per praticare sport nel tempo libero. Molto spesso le finanze personali non sono all’altezza del viaggio dei sogni e di un budget così importante. Non è il caso di rinunciare a partire, ma neppure di intaccare i risparmi eventualmente messi da parte per fronteggiare gli imprevisti della quotidianità. Ricorrere ad un prestito vacanza concretizza l’opzione più saggia per chi desidera concedersi qualche sfizio in più durante la villeggiatura.

Finanziamenti vacanza: il prestito vacanza più indicato per i viaggiatori

Aumenta la voglia di conoscere nuove destinazioni e gli italiani investono sempre di più in viaggi. Ne è riprova il fatto che, nel mercato del credito, si può parlare di una corsa inarrestabile dei finanziamenti vacanza. Sempre più ampio è il numero di persone che ricorrono ad un prestito vacanza per organizzare delle ferie di qualità e sempre più variegata è la tipologia di viaggi per cui si richiede il prestito. Guardando alla platea di chi è alla ricerca della somma di denaro necessaria per l’agognata villeggiatura, non ci sono solo giovani con poche disponibilità economiche. Abbondano le famiglie (soprattutto le coppie con figli piccoli o adolescenti) che possono contare su un budget troppo esiguo per assecondare i desideri di tutti i componenti del nucleo familiare. E, poi, ci sono i pensionati che hanno dalla loro parte tanto tempo libero e tanta voglia di scoprire il mondo, ma che dispongono solo della pensione per pianificare le loro ferie. Molto diverse sono anche le tipologie di spostamento per le quali si accede al credito: non solo i tradizionali soggiorni estivi al mare o in montagna, ma anche lontane mete esotiche, tour alla scoperta degli States o dell’Oriente, viaggi all’insegna dello sport o dello shopping o esperienziali. È legittimo, allora, chiedersi quale sia la migliore tipologia di prestito per chi vuole realizzare il proprio progetto e beneficiare di un pagamento rateale che non gravi eccessivamente sul budget. Tra i finanziamenti vacanza, la cessione del quinto rappresenta un prestito molto sostenibile, in considerazione del fatto che la rata mensile è pari, appunto, al massimo ad un quinto di quanto percepito come stipendio o come pensione.

La cessione del quinto: alla scoperta delle caratteristiche di questo prestito

Richiedibile dai dipendenti pubblici e privati con un contratto di lavoro a tempo indeterminato e dai pensionati, la cessione del quinto è una tipologia di prestito non finalizzato, a tasso fisso e con rimborso a rate costanti. La peculiarità di questa formula, richiedibile anche per finanziare le vacanze, risiede nel fatto che il debito viene rimborsato attraverso una trattenuta direttamente in busta paga o sulla pensione. L’ammontare di ogni singola rata non può essere superiore al 20% dello stipendio netto (o della pensione) mensile. Possono accedere a questa tipologia di prestito anche coloro che sono stati assunti con un contratto a tempo determinato, purché il debito venga estinto entro la scadenza del contratto di lavoro. Tra i finanziamenti vacanza, la cessione del quinto è una formula veloce e sicura: basti pensare che inizialmente, per richiederlo, è sufficiente presentare il cedolino della pensione o l’ultima busta paga e il certificato di stipendio.

Prestito vacanza: i vantaggi della cessione del quinto

Nell’ambito dei finanziamenti vacanza, la cessione del quinto si presenta come un’alternativa molto vantaggiosa. Innanzitutto, è possibile ottenere un prestito che copre fino al 100% del costo del viaggio. Non devono essere forniti giustificativi di spesa o garanzie patrimoniali: una volta entrato in possesso della somma, il richiedente gode della massima libertà nell’impiego del denaro. Il tasso è fisso per tutta la durata del finanziamento che è rimborsabile in un ampio arco temporale, fino a dieci anni. Gli importi erogati per il prestito vacanza sono di solito contenuti, con un conseguente duplice vantaggio: la fase di istruttoria è molto veloce e il totale della rata di rimborso è basso. E, aspetto non certo ultimo per importanza, la cessione del quinto può essere richiesta anche da chi in passato ha avuto dei problemi finanziari che hanno impedito il pagamento puntuale di una o più rate di un finanziamento. La segnalazione quale cattivo pagatore alla Centrale dei Rischi di Banca d’Italia viene associata ad un pericolo di insolvenza elevato e, in concreto, può precludere l’erogazione di un prestito vacanza. Ma, dato che il versamento della rata è operato direttamente a cura dell’ente pensionistico o del datore di lavoro, i cattivi pagatori e i protestati riescono, grazie alla cessione del quinto, ad accedere velocemente ai finanziamenti vacanza.

I finanziamenti vacanza di Figenpa

Solida ed affidabile società finanziaria attiva dal 1993 nel mercato del credito, Figenpa dispone di una capillare rete di 26 agenzie dirette poste nelle principali città italiane ed offre soluzioni imperniate su formule facili, veloci e sicure. In particolare, i finanziamenti vacanza di Figenpa sono pensati per eliminare le preoccupazioni legate ai costi da sostenere durante lo spostamento. Questo prestito vacanza è proposto per venire incontro alle esigenze di tutti: basta dire che il tasso è fisso e che il piano di rimborso, da 24 a 120 mesi, prevede rate proporzionate alle entrate economiche. E, poi, per viaggiare senza pensieri, possono essere richiesti fino a 75.000 euro. Non è, infine, trascurabile il fatto che le soluzioni di finanziamento di Figenpa sono aperte a tutti i residenti in Italia, compresi i dipendenti e i pensionati di origine extracomunitaria. Per meglio conoscere le soluzioni proposte e per ottenere il prestito velocemente e senza necessità di offrire alcuna garanzia reale, è possibile compilare l’apposito form e ricevere un preventivo personalizzato oppure fissare un appuntamento nella filiale più vicina per toccare con mano la professionalità di uno staff coeso e motivato che lavora con competenza per individuare le formule di finanziamento più in linea con le esigenze personali o familiari.

Condividi sui social!



finanziamenti a distanza
Siamo tutti operativi con il

LAVORO DA CASA

Vi diamo tutte le informazioni di cui avete bisogno.

Scegli come contattarci:
MessengerWhatsAppLive Chat

Oppure telefona al tuo consulente Figenpa

CONTATTACI
close-link