cessione del quinto per stranieri

La cessione del quinto: un prestito accessibile anche ai cittadini stranieri

Tutto quello che c’è da sapere sulle cessione del quinto per stranieri

Nel nostro Paese anche i lavoratori stranieri hanno diritto a richiedere un prestito a un istituto di credito o a una società finanziaria, ma devono possedere alcuni requisiti. Il numero di cittadini stranieri che vivono e lavorano in Italia è di 5 milioni e 234 mila, secondo i dati Istat del gennaio 2019, e questo ha fatto sì che le società di credito abbiano predisposto soluzioni specifiche per rispondere al meglio alle loro esigenze.

Se sei un cittadino straniero e hai bisogno di una certa somma per avviare i tuoi progetti di vita, sappi che sono disponibili prodotti finanziari che ti permettono di realizzare i tuoi sogni. La cessione del quinto per stranieri è un prestito che viene erogato con facilità a chi lo richiede, purché il soggetto abbia i requisiti previsti. Con questa forma di finanziamento si hanno numerosi vantaggi perché è il datore di lavoro a garantire per il richiedente. Questo fa sì che si possano richiedere somme ingenti anche se vi sono precedenti di cattivi pagatori. Inoltre le rate sono commisurate allo stipendio o alla pensione e la somma può essere restituita fino a 120 rate, in base al piano scelto insieme al proprio consulente del credito.

Per poter usufruire di questi vantaggi è necessario essere  lavoratori dipendenti o pensionati e quindi presentare il proprio cedolino o busta paga. Bisogna sottolineare, però, che non è necessario che il reddito percepito sia elevato: fatti salvi i requisiti richiesti, è solo indispensabile che la retribuzione mensile sia certa. Inoltre, non sarà mai toccata la cosiddetta soglia di povertà, un limite di reddito determinato annualmente.

Con questa piccola guida intendiamo entrare maggiormente nel dettaglio e chiarire cosa deve fare il cittadino straniero che desidera richiedere la cessione del quinto: proseguendo nella lettura ti sarà facile comprendere come funziona questo tipo di finanziamento che è tra i più richiesti sia dagli stranieri sia dagli italiani, grazie alla praticità e ai vantaggi che lo caratterizzano.

Quali cittadini stranieri hanno diritto alla cessione del quinto

Hai diritto alla cessione del quinto se sei un cittadino straniero, comunitario o extracomunitario, che risiede in Italia. Se non hai la cittadinanza italiana è necessario che tu sia in possesso del permesso di soggiorno regolare, cioè devi avere il documento che consente a cittadini dei Paesi non appartenenti all’Unione Europea di vivere nel nostro Paese. Il permesso di soggiorno può essere concesso per moltissimi motivi che comprendono il fatto di svolgere un lavoro subordinato, a tempo determinato o indeterminato, un lavoro autonomo, il ricongiungimento famigliare, le esigenze di studio e l’attesa di occupazione.

Oltre al permesso di soggiorno, è necessario soddisfare un secondo requisito riguardante il reddito, devi infatti avere una busta paga che dimostri che hai un lavoro e che percepisci un reddito continuativo. Per ottenere la cessione del quinto per stranieri è richiesto, inoltre, che il tuo contratto di lavoro sia a tempo indeterminato. L’età non è un problema, perché questo prodotto è studiato per un target molto ampio, che va fra i 18 e i 65 anni. Per quanto riguarda la tipologia di contratto, sappi che puoi richiedere la cessione nel caso tu sia un dipendente pubblico o privato: sarà infatti il datore di lavoro a fare la trattenuta di rimborso.

La cessione del quinto per cittadini stranieri: ecco come funziona

Se possiedi i requisiti indicati, ti starai legittimamente domandando come funziona la cessione del quinto per stranieri, quali importi si possono ottenere e quali sono i piani di rimborso. Vediamo di fare un po’ di chiarezza per ognuno di questi aspetti. Se ne hai diritto, puoi ottenere il prestito in tempi rapidi anche se si tratta di cifre importanti: tra la richiesta e l’erogazione della cifra aspetterai poco tempo.

Inoltre, con la cessione del quinto puoi ottenere fino a 75.000 euro. Il rimborso del prestito avviene attraverso la busta paga e la rata non potrà mai essere superiore al 20% dell’importo dello stipendio: in altre parole ti sarà trattenuta una cifra pari, appunto, a 1/5 della tua retribuzione.

Per quanto riguarda invece il piano di rimborso sarai tu, insieme alla finanziaria o all’istituto bancario, a individuare un piano in base alle tue esigenze: i tempi sono sempre compresi tra i 24 e i 120 mesi. Questo significa che puoi restituire la somma ottenuta, pagando comode rate, in un periodo di tempo che può arrivare fino a 10 anni.

La cessione del quinto per stranieri presenta anche altri importanti vantaggi come, ad esempio, l’assenza di altri costi, grazie al fatto che l’addebito avviene direttamente sulla tua busta paga. Nel momento in cui firmerai il contratto di cessione, stipulerai anche un’assicurazione, obbligatoria per legge, il cui costo è compreso nella rata da versare. L’obbligatorietà della polizza tutela nel caso di perdita dell’impiego o di altri eventi gravi come il rischio vita. È importante sapere che, per il rischio vita, la compagnia assicurativa interviene nel rimborso senza esercitare il diritto di rivalsa sugli eredi.

Se anche tu sei un cittadino straniero e hai necessità di richiedere lo strumento finanziario della cessione del quinto, sappi che da Figenpa gli esperti del credito propongono i prodotti creditizi più in linea con le tue necessità. I consulenti Figenpa ti seguiranno in tutto il tuo percorso in modo da individuare il tipo di prestito più adatto alle tue caratteristiche e possibilità economiche.

 

Nessun garante e nessuna garanzia: solo i requisiti reddituali

Vogliamo concludere questa breve guida di carattere informativo informandoti su un altro importante vantaggio offerto dalla cessione del quinto. Come avrai notato non è stato fatto alcun cenno alla figura del garante nel caso di cessione del quinto per stranieri. Non è stata una dimenticanza: semplicemente non è richiesto alcun garante. Infatti non avrai bisogno di cercare un amico o un parente che si impegni a subentrare nel caso di mancato pagamento delle rate di rimborso.

Non solo: se avrai necessità di molta liquidità, potrai ottenere la doppia cessione del quinto (doppio quinto o prestito delega): in questo caso, la tua rata di rimborso non supererà il 40% dello stipendio. Ricordati però che per ottenere il doppio quinto dovrai aver accantonato un TFR piuttosto sostanzioso e, se lavori da pochi anni, questo è improbabile. Comunque, anche in tale evenienza, per richiedere la doppia cessione del quinto per stranieri, non sarai tenuto a presentare garanzie, ma solo il tuo cedolino e la cittadinanza italiana (o il permesso di soggiorno). Questa ed altre soluzioni sono studiate ad hoc per i cittadini stranieri regolari che non sono nati in Italia ma vi risiedono, poiché il rischio di insolvenza è basso e lo stipendio funge da garanzia.

Condividi sui social!



Ciao! Possiamo aiutarti?

Compila il form qui sotto e un nostro agente sarà lieto di rispondere a tutte le tue domande!
close-link