spese dentistiche

Spese dentistiche troppo alte? Il finanziamento Figenpa ti aiuta a sostenerle

E’ probabile che almeno una volta nella vita tu ti sia dovuto recare dal dentista e che una volta ricevuto il preventivo delle cure ti sia trovato in seria difficoltà  perché veramente costose. Quando si hanno dei problemi con i denti ci si può rivolgere a ad un dentista pubblico dell’ASL che sicuramente ha un costo ridotto, ma per cui si possono avere delle tempistiche piuttosto lunghe sia per la visita che per i successivi interventi, l’altra alternativa è quella di recarsi presso una clinica dentistica privata, sicuramente avrà un costo più alto ma i tempi di attesa saranno ridotti.
Molto spesso le spese dentistiche sono improvvise e questo può comportare un carico troppo elevato per una famiglia, quindi sempre più spesso vengono richiesti finanziamenti per pagare le cure odontoiatriche. Una spesa odontoiatrica ha solitamente dei costi piuttosto elevati, può andare dagli abbordabili 50 euro per la rimozione di una carie ad una spesa di migliaia di euro per l’installazione di ponti dentali, arcate o impianti.

Innanzitutto bisogna specificare che le cure dentistiche fanno parte di quelle spese mediche detraibili fiscalmente con il modello 730, solamente le cure odontoiatriche mirate al migliorare il proprio aspetto fisico e quindi puramente estetiche non sono detraibili, come ad esempio lo sbiancamento. Proprio per questo sempre più famiglie ricorrono ad un finanziamento per poter affrontare questa spesa, le vie da seguire sono diverse, adesso le vediamo insieme.

Prestito finalizzato

La prima opzione è il finanziamento finalizzato, questo tipo di prestito viene erogato dall’istituto di credito o dalla banca direttamente presso il punto vendita o il servizio per il quale viene richiesto il finanziamento. In questo caso la cifra sarà esattamente l’importo di cui avrai bisogno per completare i lavori odontoiatrici e non riceverai una somma di denaro dall’istituto di credito o dalla banca, ma potrai pagare a rate il servizio direttamente alla clinica odontoiatrica.
L’erogazione del finanziamento finalizzato è data dall’accordo sottoscritto tra la clinica privata e l’istituto bancario. Si tratta di un tipo di finanziamento rapido ma anche molto limitato perché la cifra che ti sarà messa a disposizione dovrà coprire esclusivamente i lavori che dovrai fare dal dentista.

Prestito di liquidità

La seconda opzione è un prestito personale per avere a disposizione la liquidità necessaria per coprire le spese odontoiatriche. Questo genere di finanziamento è un vero e proprio prestito di denaro, non per forza finalizzato all’acquisto di un prodotto o servizio specifico, non sarai dunque obbligato a dichiarare il motivo della richiesta, a differenza di quello precedente. Un finanziamento per spese mediche non richiede particolari requisiti, ti basterà avere un reddito continuativo e dimostrabile dato da uno stipendio fisso o da una pensione.

Cessione del quinto per spese dentistiche

Un’altra soluzione possibile è il finanziamento personale mediante cessione del quinto. Questo tipo di finanziamento è molto richiesto perché permette di affrontare una grande spesa, come possono essere le spese legate alle cure odontoiatriche. Il finanziamento con cessione del quinto è un finanziamento a tasso fisso, che prevede appunto la cessione di un quinto del proprio stipendio o della propria pensione. Questa forma di finanziamento è accessibile per i dipendenti privati con un tipo di contratto di lavoro a tempo indeterminato, per i pensionati pubblici e per i lavoratori in campo pubblico. Col finanziamento di cessione del quinto, l’istituto bancario prevede un finanziamento con la cessione di una certa somma di denaro al richiedente per le spese per le cure odontoiatriche. Il rimborso del finanziamento dipende a seconda del proprio stipendio o della propria pensione: infatti, il 20% (quindi il quinto) dello stipendio o della pensione saranno prelevati per rimborsare il finanziamento all’istituto bancario. Ciò prevede una somma di denaro nelle rate variabile, a seconda delle proprie possibilità ed ovviamente anche la durata sarà variabile, a seconda della somma di denaro richiesta. In questo modo, il richiedente non avrà problemi con la scadenza delle rate, poiché la rata sarà direttamente versata dal datore di lavoro se prelevata dallo stipendio o dall’INPS se prelevata dalla pensione.

La cosa particolarmente conveniente dei finanziamenti non finalizzati è che non sarai obbligato a richiedere la cifra esatta che ti servirà per le cure dentistiche, potrai richiedere la cifra che desideri e magari integrare così il saldo di altre spese che penalizzano la gestione dei tuoi risparmi, a questo proposito ti invitiamo a dare un’occhiata alle pagine relative ai nostri prodotti con cui potrai coprire qualunque tipo di spesa.

Condividi sui social!



Ciao! Possiamo aiutarti?

Compila il form qui sotto e un nostro agente sarà lieto di rispondere a tutte le tue domande!
close-link